TamTam numero 5. E la chiamano estate …

L'ultimo dei Buendìa  /   /  Di Paolo Patui

Eccoci! Siamo tornati! Dopo la sosta estiva arriva in edicola a partire da giovedì 1° Settembre il nuovo numero di TamTam, che indaga con occhio curioso e critico sugli avvenimenti che hanno contraddistinto questa estate culturale friulana. La lunga ed estesa serie di presentazioni che hanno impegnato la errabonda e variegata redazione di TamTam in un lungo e vivace tour, ha prodotto infatti otto pagine nuove di zecca che spulciano e punzecchiano tra gli anfratti degli eventi piccoli e grandi che ci hanno accompagnato in questi mesi estivi. E la chiamano estate è infatti il sottotitolo che fa da sfondo al collage di articoli che compone il quinto numero di TamTam, aperto da una suggestiva illustrazione creata appositamente dal grande maestro Renato Calligaro.

All’interno una serie di riflessioni sul nostro essere a Est dell’Italia e ai confini con l’Est dell’Europa, condizione su cui riflette con la solita poetica ironia Angelo Floramo assieme all’amico e sodale filosofo Pedrag Finci, e su cui si sofferma con profondo sguardo indagatore anche Antonella Sbuelz. Ma poi come non paragonare le nostre spiagge odierne con quelle animate dalla dolce vita di un tempo, così come fa Elena Commessatti nella sua Piccola posta? Roberta Corbellini invece ci guida in una sorta di visita virtuale al fenomeno Christo, mentre i due musicisti/scrittori Juri Dal Dan e Gigi Maieron paragonano eventi grandi a eventi piccoli con originalità e umorismo davvero unici. Dal Mittelfest alla fantomatica programmazione di Villa Manin, dall’ubiquità di Sgarbi alle rivelazioni da guru di Maurizio Corona, TamTam racconta e svela un bel numero di piccoli e grandi misteri di un’estate sospesa tra business e bisogno di cultura, senza nessuna pretesa di tirare una conclusione definitiva, semmai, come scrive Paolo Medeossi nel suo editoriale, “di far si che gli avvenimenti contro cui nulla possiamo nulla alla fine possano contro di noi. Mettersi al riparo è difficile e facile insieme, basta non arrendersi alle regole d’un sistema astuto.”

Di fatto il sistema informativo vi ha raccontato una parte di ciò che l’iceberg culturale friulano ha messo in mostra durante questa estate. TamTam non vi racconterà di certo tutto il sommerso, ma alcuni dettagli sì: tessere preziose di un mosaico che voi stessi potrete completare utilizzando gli spunti davvero generosi offerti dagli articoli proposti, da, Maria Aldrigo, Roberto Barazzutti, Maurizio Burelli, Maxime Cella, Raffaella Corrias, Anna Dazzan, Paolo Ermano, Carlo Londero, Michele Patui, Silvia Polo, Silvia Sacher, … come? Alcuni sono nomi per voi sconosciuti! Questo è TamTam bellezza: nomi nuovi e porte aperte alla vostra curiosità.

 
About the Author

Paolo Patui insegna pur avendo ancora molto da imparare; legge e scrive LeggerMente e senza esagerare. Spera di non diventare famoso. Soprattutto dopo morto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui per visualizzare la privacy policy.